Warning: session_start(): open(/home/w68487/tmp/sess_9nujiuu05r531h0sr3fuqn5536, O_RDWR) failed: No such file or directory (2) in /home/w68487/domains/mixstory.it/public_html/wp-content/plugins/ss-downloads/includes/setup.php on line 5
Negroni Solera: dopo 100 anni rinasce il cocktail del conte | MixStory
Home » Barman Story

Negroni Solera: dopo 100 anni rinasce il cocktail del conte

14 August 2015 Nessun Commento MixStory

Soragni Negroni SoleraTutti noi conosciamo il Negroni, il grande aperitivo, indiscusso cocktail annoverato ad ogni edizione nella lista IBA, nato a Firenze nel primo dopoguerra compirà a breve 100 anni.

Un secolo dopo, non molto lontano dalla sua terra di origine, in provincia di Siena il barman Marco Soragni ha rivisitato il grande classico, aggiungendo un tocco di modernità, sfruttando e fondendo due processi di invecchiamento: il primo tipico di un altro prodotto eccelso della cultura italiana: l’aceto balsamico, il secondo nato in Spagna per produrre sherry e poi noto per l’invecchiamento di grandi rum soprattutto nei Caraibi: Solera y Criadera

Stiamo parlando del Soragni Negroni Solera, una rivoluzione nel mondo del bar che dura ormai da oltre tre anni.

Un cocktail invecchiato

La tecnica di invecchiamento utilizzata e’ la Solera y Criadera, una particolare procedura che consiste nel sovrapporre a forma di piramide una batteria di botti di legni di essenze diverse. Tramite questo processo il cocktail oltre ad invecchiare, assorbe tutti gli aromi dei vari legni con il quale è a contatto.

La base della piramide e’ definita solera, e qui giace uno dei segreti del Soragni Negroni Solera. Le botti alla base non vengono mai svuotate completamente: viene solamente tolto una piccola percentuale di negroni, così da mantenere una base (la madre) al suo interno.

La parte prelevata andrà a formare il blend per la mescita, mentre le botti con  relativa parte mancante vengono riempire con il Soragni Solera delle botti posizionate direttamente sopra ad esse.

Questo processo si ripete sino ad arrivare all’ apice della piramide dove si troverà una botte soltanto pronta ad accogliere il nuovo Negroni. E’ in questo punto che entra in gioco il “secondo segreto”: la combinazione degli ingredienti.

Ognuno di essi dona profumo, gusto e persistenza differente se abbinato nel giusto modo. La chimica, il tempo e le reazioni che si vengono a creare tra i diversi ingredienti all’interno delle botti crea il famoso Soragni Negroni Solera.

Sono stati necessari oltre tre anni di continui tentativi, prove ed evoluzioni, prima che il barman sia riuscito a trovare la combinazione di legni, aromi, ed ingredienti che creano un prodotto finale realmente sbalorditivo.

Il Negroni Solera non è un prodotto di massa: esso è esclusivo in quanto l’invecchiamento porta ad una produzione ridotta. E’ comunque possibile degustarlo ed acquistarlo contattando Marco Soragni, il barman che lo ha ideato e creato.

Per informazioni: www.soragnisolera.com

Hai qualcosa da dire?

Inserisci il tuo commento qui sotto o inserisci un trackback dal tuo sito. Puoi anche registrarti ai commenti via RSS.

Nel tuo commento puoi utilizzare i seguenti Tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Subscribe without commenting


Warning: Unknown: open(/home/w68487/tmp/sess_9nujiuu05r531h0sr3fuqn5536, O_RDWR) failed: No such file or directory (2) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct () in Unknown on line 0