Home » Tecniche

Tecnica “Build Over Ice”

30 May 2011 2 Commenti SOS Barman

Ciao a tutti,
avrei bisogno dei chiarimenti, circa su una tecnica chiamata dall’ABES “Build over ice“. In cosa consiste?

Poi un’altra cosa. Provate a vedere questo video su youtube che ho creato cercando di rispettare i criteri per un concorso AIBES. Cosa ne pensate?

Pietro Didio

Ciao Pietro, la tecnica build over ice consiste nel preparare il drink direttamente nel bicchiere colmo di ghiaccio. Letteralmente significa costruito sopra il ghiaccio. L’esempio più banale può essere il Cocktail Americano o il Cocktail Negroni, che per l’appunto, si preparano entrambi direttamente nel bicchiere.

Complimenti per il video che avete realizzato, rispetta tutti i paremetri AIBES per la preparazione dei Cocktals: inoltre trovo geniale l’interazione con frecce e cerchi. Credo sia uno strumento molto utile agli allievi e corsisti. Complimenti ancora!

Marco Soragni

Hai una Domanda a cui non sai rispondere? Hai bisogno di un consiglio dei nostri Barman Professionisti?

 

2 Commenti »

  • Marco Rebecchi said:

    Buon giorno a tutti,
    la mia domanda è la seguente:è giusto preparare tutti i drinks senza ghiaccio, e farli “marciare”solo quando il cameriere è pronto?aggiungendo il ghiaccio all’ultimo?
    mi daresti un consiglio per facilitarmi il passaggio da cl a once? Stò rispondendo ad alcuni annunci,e mi sembra più professionale lavorare ad once.
    Grazie
    Cordialità
    Marco Rebecchi

  • Marco Soragni said:

    Ciao Marco, rispondo alla tua prima domanda, non è una buona mettere il ghiaccio alla fine, per svariati motivi, in primis è proprio la tecnica che richiede l’esecuzione del drink con già il ghiaccio presente, secondo in questo modo si raffredda in maniera corretta e giusta per la degustazione. Tecnicamente farlo ti comporterà non pochi problemi organizzativi, preparare tutto e poi tornare a mettere il ghiaccio e quindi poi mescolare il tutto… Ti consiglio di migliorare il servizio e le tempistiche con i camerieri che lavorano nella sala del bar.
    Per le once, questo problema lo hanno tutti ed è sostanzialmente banalmente superabile. Mi spiego, per trasformare once in cl. o viceversa, essendo numeri servono dei calcoli, che nel nostro caso non ci aiutano. l’esempio base partendo con la dose minima che si può trovare in un drink espresso in once:
    1/4 oz. = 0,7 cl.
    mentre in cl. la dose minima risulta essere:
    0,5 cl.
    Partendo da questo presupposto come faccio a trasformare matematicamente le due dosi espresse nei due differenti sistemi? non vi è la maniera , a meno che non si voglia approssimare , ma ricordo che quei 0,2 cl. di differenza sono il 40% di variazione!!!! non è poi poco!!!
    M sono reso conto che la soluzione migliore sia quella di imparare i drinks nelle versioni in once, magari devi impegnare un po’ di tempo all’inizio, ma poi vedrai che i risultati e la velocità di esecuzione non si faranno attendere.
    saluti Marco

Hai qualcosa da dire?

Inserisci il tuo commento qui sotto o inserisci un trackback dal tuo sito. Puoi anche registrarti ai commenti via RSS.

Nel tuo commento puoi utilizzare i seguenti Tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Subscribe without commenting